martedì 12 dicembre 2017

Anita Tesoro! - Crudelia De Mon

Lei è sicuramente la Villains Disney più glamour. Sto parlando di Crudelia De Mon che compare ne La carica dei 101 del 1961,  il 17º Classico Disney , disegnata da Marc Davis.
Alta, sceletrica, con due zigomi da far invidia a tutti, vestita con un lungo abitino nero fasciante e coperta da una enorme, morbidissima e calda pelliccia di visone bianco con code nere da cui spunta la classica capigliatura bicolor. I colori che la contraddistinguono sono il nero e bianco, ma non mancano elementi rossi come i guanti, le scarpe e la fodera della pelliccia che rimandano alla sua natura demoniaca, enfatizzata, inoltre, dallo scheletrico viso.
Nonostante sia un personaggio malvagio, non mancano elemtni comici come i piedi sproporzionatamente grandi e i suoi movimenti sgraziati.

Lei vuole solo possedere i graziosi animaletti per farci una bellissima pelliccia! E sembra non arrendersi davanti a niente!
La sensualità del personaggio è data, a mio avviso, dalla sigaretta che costantemente fuma, attraverso un lungo bocchino che richiama le icone glamour del cinema, e lo stesso bocchino usato dal suo disegnatore. Il fumo verde scaturito dalla sua sigaretta è una presenza costante attorno al suo personaggio che contribuisce a creare quell'alone di malvagità e cattiveria. ( fiamme verdi che abbiamo già visto legate all'immagine di Malefica!)

Mi piacciono molto i suoi modi svampiti, l'oscillare continuo della sua pelliccia e della sua borsa e le braccia lunghe e scheletriche mosse in modo sgraziato.
Anche in questo caso il personaggio di Crudelia è stato ispirato da un'attrice reale Tallulah Bankhead ( in effeti in alcune foto che ritraggono l'attrice noriamo qualcosa di Crudelia!), Rosalind Russel nel personaggio interpretato dalla stessa nel film Zia Mame e Bette Davis nel suo personaggio in Eva contro Eva.
Nei disegni preparatori, infatti, la fisionomia del personaggio era più esteticamente bella e glamour. A queste immaigni si è poi optato di dare un carattere più sinistro e malvagio.
Ho apprezzato molto anche la trasposizione cinematografica dello stesso personaggio interpretato da Gleen Close nel 1996 in La carica dei 101 - Questa volta la magia è vera in cui si è mantenuto, e ulteriormente enfatizzato, l'aspetto glamour e la malvagità del personaggio.
Come al solito qui il video analisi del personaggio:

martedì 5 dicembre 2017

Povere sciocche semplicione! - Malefica

Signora di tutti i mali! 
Fata malvagia dalle sembianze demoniache è la cattiva antagonista del film La bella addormentata nel bosco del 1959, 16° classico Disney, fu animata da Marc Davis.
Viso spigoloso (caratteristico il suo mento appuntito e gli zigomi pronunciati), dalla carnagione verdastra. Alta e snella è abbigliata con una sontuosa tunica nera molto ampia con lunghe e larghe maniche. Il tutto bordato di viola ( la palette di colori richiama quelli usati dal primo cattivo disney!). Celebre il copricapo che accentua la sua natura demoniaca. 
Suo fedele amico il corvo, unico essere che sembra suscitare la simpatia della temibile fata malvagia.

I suoi movimenti sono eleganti e misurati anche se spesso si lascia andare ad attacchi d'ira che scarica sui suoi idioti servi. Spesso, prima di parlare alza le mani in tono solenne e teatrale per caricare di ulteriore pathos le parole che sta per proferire e pare che proprio questi movimenti siano stati i più difficili da ricreare nell'animazione del personaggio.

Offesa per non essere stata invitata ai festeggiamenti per la piccola Aurora, maledice la bambina oggetto delle celebrazioni e passerà il resto della vita a cercare la fanciulla nascosta.
Appare sempre con fiamme verdi ( che richiamano ancora una volta l'elemento diabolico che essa stessa incarna). 

Anche lei, come tutti i cattivi che abbiamo visto fin'ora, sa usare molto bene la parola e davanti ai suoi oppositori ha sempre una parvenza glaciale e impassibile quanto malvagia e appunto diabolica. La scena che preferisco, oltre ovviamente all'entrata in scena plateale durante i festeggiamenti, è quando sclera contro i suoi scagnozzi mostricciattoli insultandoli.

L'immagine finale di Malefica, deriverebbe da immagini medievali di religiosi dall'aspetto demoniaco che l'animatore Mark Davis scorpì per caso all'intenro di un libro di storia dell'arte.
Anche questo personaggio è stato modellato su Eleanor Audley che vestì i panni della stessa durante le prove in live action di preparazione per il cartone animato ( lei stessa le diede la voce e se il nome non vi suona nuovo è perchè è la stessa Eleanor Audley che impersono e diede la voce a Lady Tremaine).

Malefica per il suo portamento, le iconiche corna e il live action uscito nei cinema qualche anno fa è una delle cattive più celebri e amate. La sua arroganza e supponenza è senza ombra di dubbio estremamente affascinante.
Qui, come al solito, il video analisi del personaggio:

venerdì 1 dicembre 2017

SBATTILO - Lady Tremaine


Meglio conosciuta come la matrigna di Cenerentola, è la seconda cattiva che ti presento in questa serie di post - video dedicati ai cattivi Disney.
Apparsa nel film Cenerentola del 1951, 12° classico Disney, è stata animata da Frank Thomas.
È una donna fredda e glaciale, crudele elegante e composta, apparentemente placida e tranquilla ma che sa modulare bene la voce per dire cose tremende e per tormentare la povera Cenerentola, bersaglio del suo odio.

È abbigliata con un vestito tardo ottocentesco molto accollato e con maniche a palloncino, indossa gioielli verdi e ha i capelli raccolti. Il modo in cui sono pettinati i capelli ricordano le capigliature di inizio secolo, personalmente anche i capelli di Rita Levi Montalcini e di Dracula di Coppola.

Passa la vita a impartire ordini e a disprezzare Cenerentola che invidia per la sua bellezza e grazia molto appetibili rispetto al modo goffo e irritante delle sue due figlie Anastasia e Genoveffa che, al contrario della madre, risultano comiche.

È calcolatrice, superba e molto interessata a compiere i suoi piani organizzati per sistemare le figlie e lei stessa. La scalata sociale è il suo principale obiettivo e si serve degli altri per raggiungere i suoi scopi.

Il personaggio è stato modellato su Eleanor Audley che le prestò anche la voce. La stessa attrice, infatti, ha prestato il suo corpo nelle prove live action che servivano agli animatori per modellare il personaggio.
Nelle foto dell'epoca, infatti, Eleonor assomiglia in molti aspetti alla sua alter ego cattiva.
Qui il video analisi del personaggio:


martedì 28 novembre 2017

Specchio, Servo delle mie brame! - La regina Cattiva Grimilde


The Evil Queen, la regina cattiva, dal nome Grimilde (che nel lungometraggio Disney, però, non è mai accennato) è il primo cattivo della storia dei classici Disney!
Appare, infatti, nel primo lungometraggio animato disney della storia intitolato appunto Biancaneve e i sette nani del 1937 e getta le basi per i cattivi futuri.
È il primo personaggio in assoluto che compare sullo schermo appena dopo l'introduzione: la vediamo, infatti, procedere verso lo specchio!
Di bellissimo aspetto: sensuale, gelida, impassibile, elegante e regale è uno dei cattivi disney più belli e iconici di sempre.
La sua snella e sinuosa figura è vestita da una tunica di velluto viola con ampie maniche bordate di pelliccia bianca, cinta in vita da una cintura rossa. Indossa un bellissimo, e tanto desiderato dal sottoscritto, mantello nero ( anch'esso bordato di pelliccia bianca). Il volto è incorniciato in modo molto sensuale da un  copricapo aderente che lascia visibile solo il volto enfatizzato, ulteriormente, da un alto colletto bianco e dalla corona.
La pelle è pallida ( come qualsiasi malvagio che si rispetti), i glaciali occhi verdi sono messi in risalto dalla palpebra colorata di viola su cui sovrastano le sopracciglia arcuate che caratterizzano il classico sguardo malvagio.
La carnosa bocca rossa e le gote leggermente rosate completano il look di questa affascinante quanto malvagia cattiva.
I suoi movimenti sono sempre gelidi, sicuri e eleganti.

Abita in un castello bellissimo in cui possiede uno specchio che interroga per sapere chi è la più bella del reame. Il suo trono riprende le fattezze di un enorme pavone e richiamano subito alla mente la bellezza e la vanità, peccato che la Regina conosce bene!

Nel film firmato Disney, la Regina cattiva è anche esperta di magia nera che usa per sbarazzarsi della candida, e a tratti troppo noiosa,  rivale più giovane.
Biancaneve è intenta a trovare l'amore perfetto del suo adorato principe e si ritrova ad accudire la casa dei nanetti. Molto più furba la Regina che si gode la sua bellezza nel suo meraviglioso castello.

La regina in origine doveva essere totalmente diversa ( il personaggio sarebbe infatti dovuto essere grasso, fumettistico e compiaciuto di se, sicuramente più comico).


Invece poi si optò per la figura più impassibile e temibile della Grimilde che conosciamo oggi molto più simile a un eroina tragica come Lady Macbeth. 
Cosi la pensarono Disney e l'animatore Art Babbitt .

La sua figura è stata modellata su attrici icone dell'epoca come Helen Douglas ( precisamente nel suo ruolo come regina nel film She – in italiano tradotto La donna eterna- del 1935) ma anche da Joan Crawford e Gale Sondergard per il viso spigoloso e il loro portamento fiero e glaciale.

Ma non si è guardato solo al panorama cinematografico ma anche al mondo della sotria dell'arte. Infatti è stato preso come modello anche una scultura in arenaria del duomo di Namburg in Germania, risalente al 1250-60 circa che ritrae Uta degli Askani di Ballenstedt.
Tale scultura era ben nota ai gerarchi nazisti che la consideravano prototipo di bellezza e perfezione ariana e anche al caro Disney che la prese come spunto per la sua Regina Cattiva.
Queso fatto scatenò un po di malumore nella Germania nazista: un suo simbolo di bellezza e perfezione era stato infatti preso come simbolo di malvagità .

La scena che più rimane impressa, e che ancora oggi conserva la sua carica disarmante e allucinatoria è la trasformazione. La discesa delle scale con il mantello svolazzante è una delle scene che più mi ipnotizzava. Per non parlare delle gotiche e macabre segrete del castello popolate da ratti, teschi e bare.
Il rifugio segreto pieno pieno di antichi libri magici è il luogo dove avviene la trasformazione resa in modo abbastanza sconvolgente. 

Il resto del film le conosciamo tutti e conserva ancora oggi la bellezza di sempre.

La regina rimane uno dei cattivi meglio riusciti della storia, che è riuscita a creare l'immagine inconfondibile della regina cattiva nella nostra contemporaneità rimanendo però sempre bella, glaciale, sensuale e impassibile.

Nel video l'analisi in dettaglio del personaggio:




venerdì 24 novembre 2017

Speciale Natale 2017


Quest'anno anche noi festeggiamo il natale!

Sia qui sul blog che sul mio canale youtube, verranno pubblicati contenuti a tema natalizio. Ovviamente non tema natalizio qualunque o classico .

Ho infatti pensato di fondere con il Natale anche una delle cose che più amo in assoluto nel periodo natalizio: i classici Disney!
Ma non tutti, nello specifico i cattivi Disney ( i Disney Villains!).

Per tutto il mese di dicembre, e parte di gennaio, verranno pubblicati video contenuti in cui conosceremo i principali cattivi Disney ( quelli più amati dal sottoscritto).
I contenuti ripercorreranno la storia del singolo personaggio preso in analisi con cenni storici, ispirazioni e evoluzione del personaggio.

Inoltre ho in amnte anche qualche video consiglio d.i.y. per creare alberi di natale e decorazioni natalize a tema con i Disney Villains!

Qui sotto trovi il video in cui annuncio questo progetto e... che natale abbia inizio!
Ti aspetto sul mio canale youtube e su tutti i principali social per rimanere sempre aggiornato sui nuovi video!